Eretico di SienaIl Sindaco dei bloggers e di Sunto (ed un superscoop sanitario) - Eretico di Siena

Il Sindaco dei bloggers e di Sunto (ed un superscoop sanitario)

Prima di andare un pochino a giro, chiudiamo questo intensissimo luglio 2018 con un articoletto che non si può proprio non scrivere: non c’è afa, non c’è bollore, non c’è cociore che tenga; riguarda ad personam un fresco, freschissimo ex Sindaco che – fra interviste cartacee ed interventi su Facebook – vuole cercare in tutti i modi di movimentare la mezza estate senesota.

In parte riuscendoci (come dimostra anche questo pezzo, tra l’altro), in parte proprio no (come tutte le cose valentiniane: un po’ riescono, un po’ no).

Buona lettura a tutti, a parte ai soliti due, dunque!

VALENTINI: “DE MOSSI SINDACO DEI BLOGGERS”

Valentini vacanziero e battagliero, dunque: assente dal Consiglio comunale, ma ben presente, as usual, su Facebook e sulla stampa cartacea; domenica, infatti, ha attaccato alzo zero il Sindaco De Mossi (dialettica opposizione-maggioranza, certo; magari si può anche aspettare il minitagliando dei sei mesi – timing classico per tutti, in politologia – , ma va bene lo stesso, figuriamoci), dopodiché ha tirato fuori la clamorosa fakenew del Primo cittadino che segue troppo i consigli dei bloggers e di Sunto (per le questioni paliesche).

Sergino Profeti, da par suo, ha replicato a modino in queste ore, per l’appunto – sarebbe potuto essere diversamente, forse? – dalle colonne di Sunto; io, per quello che vale, rispondo per me: dicendo che magari, magari il Sindaco seguisse i consigli nostri. Per la terza ed ultima volta, magari…

Non sappiamo dunque se sia più patetico o più male informato, l’imputato Valentini Bruno; su Facebook, invece, mi tira personalmente in ballo con pienissima ragione, rinfacciandomi di non avere dato seguito alla più volte sbandierata promessa, sul blog, dell’abluzione catartica (per quanto a rischio salmonella) in quel di Fonte Gaja.

Ebbene sì, siamo stati dei parolai, su quell’aspetto determinato e specifico (che in realtà era legato alla eventuale condanna del Primo cittadino allora in carica, in un Processo nel quale fu assolto); al momento del redde rationem, fui in effetti fermato – cosa che non diminuisce la colpa della promessa non mantenuta – da due elementi, poco ponderati in prima istanza: il rischio igienico-pecuniario (il combinato disposto multa-salmonella, come già accennato); ancora di più, il fatto che il tutto potesse essere interpretato come una chiara deriva giustizialista.

Ma adesso, dopo che le lettere anonime (su persone senza nessun carico penale pendente) sono state allegramente sdoganate nell’agone politico comunale, che dire? Se dopo un’eventuale condanna di Valentini Bruno, un bischero qualsiasi volesse farsi un bagnetto notturno in Fonte Gaja, di tutto potrebbe essere accusato a questo giro (e magari financo multato): certo, non di giustizialismo…

Oh, a proposito di una cosina che mi pare venga ricordata assai pochino, da coloro che “tutto sommato era meglio quando c’era il Valentini” (cosa che, semmai, si potrà iniziare a dire fra 5-6 mesi), ovvero “pensate a quanti soldini ha lasciato in cassa Bruno, quell’altro si trova la pappa scodellata”: scusate un po’, ma sotto quale Sindaco si è iniziato a pagare il parcheggio in centro e zone limitrofe ANCHE la domenica, a Sienina? Vi ricordate, o no? Bargagli Petrucci, Socini Guelfi, Canzio Vannini, Mauro Barni o l’Urbanista di Monteriggioni?

Ps 1 Clamoroso al Tribunale di Firenze: contro la sentenza di assoluzione per l’Ostacolo alla vigilanza in Appello (in primo grado, 3 anni e mezzo) a Mussari, Vigni e Baldassarri, ricorrono in Cassazione non solo la Procura generale di Firenze (che per il II grado aveva chiesto un inasprimento delle pene, con 7 anni per Mussari, 6 per Vigni e Baldassarri), ma anche la difesa dei tre. Wait and see.

Ps 2 Grande bagarre in Provincia, per la questione dell’eventuale accorpamento fra i Comuni di Asciano e di Rapolano terme (Asciano pinta per il Comune unico, Rapolano proprio no); pare che si andrà al referendum, che seguiremo con trepidazione (anche schierandoci, sia chiaro). Si arriverà al “Comune delle crete”? Nel caso, i cittadini come si chiameranno? Come gli abitanti di Creta, ovvero in altro modo?

Ps 3 La Nazione lancia il nome della dottoressa Monica Crociani, Dirigente radioterapista delle Scotte, per il post-Cardin; prima che arrivino lettere anonime o simili, lo scriviamo subito noi: trattasi della consorte di Enrico Tucci. Ed oggi torna dagli States l’Assessore/a Clio Biondi Santi: la quale sarà bene si impratichisca al meglio della elefantiaca burocrazia scolastica. L’argomento è tanto importante, quanto denso di insidie: e le persone con cui si troverà a trattare, di certo, hanno una provenienza ed una formazione non di centrodestra, questo è garantito al limone.

Ps 4 Sul Fatto di ieri, stimolantissima paginata sul rapporto fra Logge massoniche, 007 e ‘ndrangheta (by Stefania Limiti): parla Cosimo Virgiglio, uno degli ndranghetisti pentiti considerati più credibili ed autorevoli dalla Procura di Reggio Calabria. I suoi elenchi massonici, dopo il suo arresto nel 2009, scomparvero: chi l’avrebbe mai detto, eh…

Ps 5 Iper-scoop ereticale (quando ci vuole, ci vuole): mesi fa, parlammo del concorso per il primariato di Ostetricia, accennando anche il nome del futuro vincitore; guarda caso, ci abbiamo dato. Il prossimo Primario di Ostetricia sarà il professor Errico Zupi (bravissimo e iperpreparato, ci mancherebbe). Ne parlammo a Siena tv, intervistando il Magnifico Rettore Frati, ad ottobre 2017. Siamo stati vagamente preveggenti…

100 Commenti su Il Sindaco dei bloggers e di Sunto (ed un superscoop sanitario)

  1. Al-Mutanabbi scrive:

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

  2. Roberto scrive:

    Caro Eretico, due piccole notazioni:
    1. Se uno si dimette a causa di una lettera anonima forse qualche problema c’è l’ha
    2. Aspettiamo fiduciosi che si possa tornare al parcheggio gratuito domenicale (ma quanto tempo ci vorrà per una cosa così semplice?)

  3. alessandro benvenuti scrive:

    – dirò a Sergio di chiedere al Sindaco di far vincere la Civetta ad agosto di almeno 5 colonnini;
    – a te Prof chiedo di dire al Sindaco di far allargare la torre del mangia in quanto in piazza fa troppa poca ombra e quindi per la tratta si suda.

    w i bloggers senesi.

  4. Anonimo scrive:

    La partenza del nuovo sindaco non è stata davvero esaltante. Forse sono gli errori di chi manca di esperienza, ma visti tutti i “consigliori” che ha dietro sarebbe stato meglio si fosse mosso in altra maniera.
    Se poi veramente il nuovo assessore dovesse essere la moglie di Tucci, allora siamo già davvero alla frutta. Ci vogliamo ricordare che Tucci fu uno dei maggiori responsabili dei 5 anni di governo di Valentini? Che invitò i suoi ad andare al mare facendo perdere a Neri un’occasione che oggi potrebbe aver spianato la strada al sindaco De Mossi, anche se le casse sono piene come dice Valentini, per un effettivo ritorno alla normalità della città? E già in precedenza aveva dimostrato di essere abbastanza sensibile alle esigenze del Pd, pur dichiarandosi paladino dell’opposizione.
    E’ mai possibile che si non si riesca ad uscire mai dal cerchio magico di chi da anni rimesta nella politica senese? Chiti chiede di fare le primarie del Pd e, una volta segato, si schiera all’opposizione e figura fra gli artefici della vittoria di De Mossi. Tacconi viene rispolverato dopo anni e assume cariche ufficiali, mentre altri (si dice) non figurano, ma consigliano e comandano molto.
    Ora risorge la famiglia Tucci. Eravamo in pensiero. Se per caso non riuscisse il colpo della moglie, non scordiamo che c’è sempre il legittimo erede per qualche poltrona importante.
    Il mio timore è che fra poco ci sarà, anche fra i non nostalgici per professione, chi inizierà a rimpiangere Valentini e Piccini (e magari anche anche Cenni e Ceccuzzi) e sarà difficile contestare il loro pensiero.

    • Daria gentili scrive:

      Caro Anonimusss,
      rimpiangere il Valentini, Il Piccini e, udite, udite, il Ceccuzzi e il Cenni, come fulgidi esempi di sindaci che non avrebbero avuto alle spalle consigliori e rimestatori di politica senesota?
      Come diceva Lando Buzzanca “ …..mi vien ca ridere ! “

      • Anonimo scrive:

        Gentile Daria, attenzione. Ci siamo lamentati giustamente per anni per quello che il regime comportava e per lo sfascio della città (non solo per colpa dei compagni, ma anche per il colpevole assenso silente di tanti concittadini).
        Adesso, però, occorrono fatti e non chiacchiere e, ripeto, la partenza è purtroppo negativa.
        I compagni hanno distrutto Siena, ma avevano una struttura alle spalle, erano professionisti della politica e, almeno un tempo, possedevano una disciplina di partito. Qui siamo partiti con qualche pericoloso avanzo del passato e altri che francamente non si sa bene per quale motivo siano stati chiamati a ricoprire questi ruoli. Per cui attenzione… speriamo di ridere davvero, ma ho molti timori.

  5. Stefano scrive:

    Alla luce dei recenti fatti italiani, mi vergognerei di far parte di una compagine politica che alimenta e non condanna le aggressioni, le intimidazioni, i respingimenti.
    Credevo che i neofascisti fossero i peggiori, ma questi non hanno nemmeno un pensiero, un’idea.sono solo la parte più cattiva della società che ha il joistik in mano e sono pericolosi sopratutto per la loro stupidità e arroganza di sentirsi intelligenti.mi auguro che a Siena vengano contenuti

    • anonimo scrive:

      Caro Stefano
      Invece di vergognarti tanto del tuo popolo, fai come feci io. Siccome i sinistri non mi stavano bene in mano, me ne andai a guadagnare la pagnotta all’estero. Ed ho avuto pienamente ragione visto come hanno amministrato. Ho avuto fortuna e non mi vergogno di essere Italiano, anzi appena la mia terra sara liberata da queste chiacchere inutili, ritorno. Ti premetto cerca di essere bravo se parti perchè la pagnotta regalata non esiste e non correranno a darti la cittadinanza. Comunque secondo la mia esperienza difendi coi denti il tuo spazio, perchè altrove non ti daranno nulla.

      • Stefano scrive:

        Caro anonimo,
        Probabilmente non sai leggere o capire quello che leggi( l’estero? ) probabilmente avresti preferito questi razzisti, populisti e inetti figuri, ma Siena è stata per lustri e lustri una città modello, da terra di co Tadini dalla quale era partita, è dei tanti sinistri di cui parli, molti erano destri voltagabbana alla bisogna.
        Io comunque, lo ripeto affinché tu lo intenda meglio, mi vergognavodi coloro che hanno fo tentato e fomentano episodi scellerati, senza prenderne le distanze o condannarli come il protocollo prevederebbe.
        Ultimo a delirare quello che si permette di consigliare il silenzio a due ex sindaci dopo che è stato espulso dal suo partito e ha in corso u contenzioso x diffamazione.
        Spero che quei senesi di spessore civico ed umano non si ri conoscano in questi cialtroni e non ne appoggiano il consenso.
        Riguardo a te, spero che tu torni fra 4 anni x valutare il cambiamento promesso e quello attuato.

    • Stefano Ricci scrive:

      Carissimo omonimo
      Io penso che le aggressioni razziste siano l’argomento del giorno per delegittimare questo governo.
      Ci sono sempre stata e sempre ci saranno. Purtroppo.
      La stampa adoravo lo status quo che si era creato e ora si dibatte per i cercare d convincere gli italiani che hanno sbagliato
      Semplice

      • Stefano scrive:

        Caro Riccio
        Se le aggressioni ci fossero sempre state, una ragione in più di questo governo per debellare e non gettare benzina sul fuoco.
        Facile dare la colpa alla stampa!
        Dato che il ns ospite non è accumunabile al potere stampato, prova tu, qui, adesso a dichiarare che tali aggressioni tali affermazioni, tale politica è incivile, razzista e xenofoba. Ma soprattutto serve a distogliere il paese da disoccupazione, servizi, sanità igiene, mafia( di cui il nord è pieno, caro Maroni!) Ed evasione, di cui questo governo a trazione verde( co gli zerbini gialli) non ha ancora fatto niente.
        Ma non puoi scriverlo, altrimenti ti bacchettato le mani, o peggio, come è accaduto a molti tuoi ex camiciati.

      • Anonimo scrive:

        Caro Stefano Ricci
        Penso bene sia vero, pare fatto per delegittimare
        L’avversario. Oggi ho sentito il telegiornale
        Ed hanno detto che la Russia tenta di delegittimare
        Il nostro Signor Presidente Della Repubblica.
        Ecco questa notizia offende il popolo italiano.
        Bisogna dire a quei giornalisti che il popolo Italiano non
        è stupido da farsi influenzare da nessuno. Queste notizie
        Vanno bene in altre nazioni.

        • Roberto scrive:

          Non sarei tanto sicuro sulla stupidità di almeno una parte del popolo italiano

        • Stefano scrive:

          Prima di s ridere converrebbe leggere.
          Comunque anche il popolo senese , o almeno una buona parte, è così stupido da farsi influenzare!

      • Roberto scrive:

        Credo che sarebbe molto semplice per questo governo, soprattutto la parte leghista, condannare gli episodi di aggressioni xenofobe, anziché minimizzarle e anzi quasi giustificarle parlando di cose semplicemente assurde come il razzismo al contrario o i disegni di una fantomatica sinistra appoggiata da cospiratori internazionali che vorrebbero sostituire gli italiani con gli immigrati.La stampa cosi smetterebbe di “strumentalizzare”.

    • manunta scrive:

      Titolo: i cani di pavlov sempre son lesti
      pdino il nulla bene tu rimesti
      Sottotitolo: Stefano si dice molto preoccupato
      vediamo quanto lui e’ manipolato
      sotto del sotto: giudizio nel pdino invan cercavo
      a lui ci vol dottore molto bravo

      la luce dice stefanino i rosso?
      o vai vediamo i caso moncalieri
      un bischerello dal cervello scosso
      figlio di pdini consiglieri
      tirava ai passanti l ova addosso
      l hann stabilito i carabinieri
      co’ un lancio chiappa italo/nigeriana
      figlia d un culturale mediatore
      e li i cretini scatenan la buriana
      vai col razzismo ,i clima l e’ a bollore
      il babbo suo comincia a concionare
      italia razzista c’ e’ poco da fare
      un babbo grande esempio di virtudi
      cinqu anni prese p’ e’ tentati omicidi
      prima dei quali ni duemiladue
      per tratta di prostitute par che fue
      con la signora sua bona matresse
      pare che l babbo arrestato fosse
      ora l’ e’ mediatore culturale
      discetta ora lui sul bene e i male
      e da’ all italia lezion di civilta’
      stefano sveglia e’ questa la realta’.

      • manunta scrive:

        ma poi a sentire questo pappagallo
        che spregia i senesi contadini
        chi terra lavora lui vole emendallo

        convinto d esser tra le genti fini
        esempio di razzismo culturale
        da sempre tradizion de’ pidini

        son bravi sono oltre bene e male
        a tutti voglion impartir lezioni
        si senton sempre in cima alle scale

        ma poi se tu’con loro ci ragioni
        dimostran d esser pieni solo d aria
        verso l altrui opinio gonfi di boria

        genti da poco molti n ho chetati
        da contadino sempre l ho smerdati
        vieni borioso che ti strigo i nodi
        dei contadini io t insegno i modi

        • Stefano scrive:

          AncHe salvini ha tirato le uova, a dalema, mancandolo( purtroppo) ed è stato pure condannato.
          Io farei meno rime e più aggiornamenti, sei sempre un passo i dietro e ti pavoneggi col tuo latinorum( cit) e non capisci, evidentemente, che c’eri atteggiamenti, certe parole, possono insinuarsi nei ragazzi, anche nei migliori, magari per una bravata, che gli resterà sulla pelle…come a quel ‘ Bravo’ ragazzo salvini

          • manunta scrive:

            Penoso stefano, chi fomenta?
            chi scrive scenari falsi e poi preso con le mani nel
            sacco derubrica la presunta agressione neonazi ,a goliardata, visto che il figlio d un consigliere pdino
            e’ tra i coinvolti?
            Chi butta la merda nel ventilatore mediatico e poi la richiappa nel muso?

            Poro stefano

            poerin poerello usalo l cervello
            leggila la tua rula jebrealle
            leggi cosa scrive lei di bello
            su twitter seguita con le palle

            neonazi pestano una nigeriana
            in italia dice rischia l omicidio
            chi non appare di razza italiana
            ma di cervello suo fece suicidio

            rossi si sgola da una settimana
            seguita e sia su di lui l ludibrio
            fomenta n preda a febbre terzana

            e renzi poi i solito pinocchio
            e con lui pure i sor chicco mentana
            parlan vedendo con i terzo occhio?
            da nulla vogliono scatenar buriana?
            quattro figuri tiran bene il cocchio
            e imbarcanci i manipolati e tanti
            quattro bei mestatori e sicofanti

            Ps poro stefanino l aggiornamenti te li ho fatti io, te poro doddolo citi un fatto degli anni 90 ,sarebbe quello il tuo concetto di aggiornamento?
            Bene vai ,dissociazione cognitiva,spazio temporale,allucinazioni paranoidi(de relato) , e siamo a un passo dal delirio scbizzoide.
            Seguita seguita , aggiungi pennellate al notevole autoritratto, della formae mentis pdinsenesota , poi scusa
            ti lamenti del latinorum? ma come o non dicevi che la pdsienina aveva tratto una massa di contadini rozzi alla cultura ,che evidentemente te credi di rappresentare.
            Bene cittone ,o fammela vedere tutta sta’ cultura,
            Prima disprezzi i contadini e poi ti lamenti quando fan vedere il poco che sei a livello culturale ,e il nulla che allucinatamente cerchi di far passare per realta’?
            Confermo ti ci vole uno bravo, a firenze c’ e’ il Cioni
            Otto euri il biglietto tiemme ,non guidare citto ,sei pericoloso chissa’ che robe vedi.
            ciao caro .

          • manunta scrive:

            Sommo stefano ,un contadino rozzo chiede lumi ,c’ eri individui?
            c’ erano, casomai o certi come si potrebbe evincere ,via dai una riguardata, chi si loda s imbroda?
            Stai a vantare ,come apologeta della cultura sinistro senese,il merito
            d aver cavato i villani dalla zolla , e poi inanelli fotte grammaticali.
            Gnamo datt’ un regolo. E studia citto, studia storia e tradizioni, leggiti
            qualche sonetto che ti farebbe bene, Alfieri , Belli.
            Zanzotto evitalo fermati prima , fermati ai preunitari.
            Sagaci mordaci lucidi aperti ,e non piagnucolosamente ripiegati su se’ stessi nello stile tanto caro alla sinistra cacaiola novecentesca.
            Salustri Vamba uniche eccezioni. Magari poi migliori di spirito grammatica
            e intelletto.

          • Roberto scrive:

            Ma poi questi che si attaccano al fatto che la povera Daisy è stata colpita per una bravata del figlio di un Piddino, cosa hanno da dire degli altri numerosi casi avvenuti nell’ultimo periodo? E dei pericolosi fascisti che si stanno organizzando in ronde? Non vi rendete conto che si sta creando un pericolosissimo clima favorito dal chiaro menefreghismo di un ministro dell’interno che punta alla sicurezza a senso unico, indirizzato soltanto verso il pericolo rappresentato da migranti sbandati? Io voglio essere protetto non solo dalle minacce rappresentate da migranti e Rom, ma anche da quelli della giustizia fai da te, e dalle mafie (italiane) che controllano intere aree del nostro territorio.

      • Roberto scrive:

        Manunta, che c’è li scrivi due versi anche sull’aggressione a Buba Ceesay avvenuta a Piastoia?

        • manunta scrive:

          http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a65a9de6-7a81-42e7-a3be-ea7c63b5c120-tg1.html

          Ma se proprio vuoi video lo narra
          altri due ragazzetti imbecilliti
          tredicenni che or vanno alla sbarra
          con scacciacani erano partiti
          su un motorino che i babbi deficenti
          gli avevan dato senza gli anni compiuti
          pd gridava son fascisti!!ai quattro venti
          e com al solito poi l abbiam veduti
          erano due cittini un po’ dementi
          sicche se rimestarla ora tu tenti
          farai tu sempre da pdin figura
          dal nulla il voler seminar paura

          non ho capito il perche’ della tua richiesta, ci tieni a far la figura
          da doddolone pinchellone rosso come stefanino?
          o gia’ sapevi come era andata , e volevi farti due risate?

        • manunta scrive:

          manunta caro doddo non fa’ come te , te ti fai fomentare da chicco rossi
          e don biancalani prete e bagnino di piscina , e parti i tromba senza asp
          ettare che venga fuori la verita’ ,io aspetto e poi come al solito
          la merda e la stupidita’ che buttate nel ventilatore mediatico
          vi torna puntualmente addosso, nel muso anzi nel grifo ,che come i maiali
          grufolate nella menzogna e nella manipolazione.
          Contento doddolone?
          Poi che vuoi? le rime sui fassisti inquadrati a passo dell oca?
          Spiacente io commento fatti reali le allucinazioni son la specialita’
          tua
          segaiolo rimbombato,
          paranoico e allucinato.
          e realta’ quest ha provato

  6. alberto bruttini detto Cacaccia scrive:

    quando è stato messo il parcheggio a pagamento domenicale siete stati tutti zitti;
    a toglierlo ora è capace vi incavolate come iene.

  7. Un fan dell'Eretico scrive:

    Bravo Cacaccia: il pagamento del parcheggio domenicale fu un’altra, ennesima gabella che fu fatta passare quasi sotto silenzio dalla stampa serva che c’è a Siena, bene che qualcuno ogni tanto al pavoncello-ripurgato Valentini la ricordi, non solo l’Eretico.
    A proposito di assessorati: lasciamo stare (velo pietoso) la Biondi Santi, passiamo sopra alla moglie del Tucci (spero che il Sindaco ci ripensi, anche perché semmai lei sarebbe da Sanità, vista la professione), il problema resta: perché l’assessorato alla Cultura non è stato dato all’Eretico, per Zeus come scriverebbe lui?

    • Roberto scrive:

      Magari questo è stato uno dei motivi per cui Valentini ha perso. Ma la domanda attuale è un’altra: questi qui vogliono ritornare alla gratuita’ domenicale o no? E se si, quando? Fossi in loro lo avrei già fatto al primo consiglio comunale, ma mi pare che per ora siano impegnati sulle poltrone.

    • Una fan dell'Eretico !! scrive:

      Accolgo, sottoscrivo e rilancio:

      inviamo sul blog e facciamo inviare sul blog post con scritto:

      #ERETICOASSESSOREALLACULTURA-PERZEUS!

      • manunta scrive:

        Si vai e l hai a caso, immaginati se accadesse le ovvie e piu’ che certe
        reazioni: Demossi premia l amico che gli ha spianato la strada
        col suo blog, minimo e a star bassi .
        Sicche nini te , sei cosi billoscioccolante nature, o i cociore
        contribuisce a assodatti ? Ma poi a vedere l invito di renziana
        scuola a usare l # ci sarebbe anche da pensa’ male.
        fan??? o provocatore?
        maah , due quesiti quattro opzioni , cervello comunque non pervenuto.
        O a esser generosi assodato dal cociore.
        Raffa qui urge zeus pluvio .

    • manunta scrive:

      e volevete prima dagli i mangia
      e ora l assessorato alla curtura
      poco giudizio aete sotto la frangia
      vanesi sciocchi e di cervice dura
      scola l ‘ e’ di curtura lei la grangia
      e i blogghe che i raffa ben vi cura
      son cose bone per apri’ i cervelli
      anche se prima bisognerebbe avelli.

  8. A.B. scrive:

    Caro Eretico, ma vi siete messi tutti d’accordo su questi fantomatici 6 mesi di wait and see, dato che anche quelli dello stanzino oggi hanno rispolverato il magic number (oggi invece del latinorum mi butto sull’english)? Non mi pare del resto che a Valentini concedeste la stessa indulgente cambiale, pur avendo il brunetto della prima campagna elettorale prospettato degli intenti di rottura con i metodi delle gestioni aggrovigliate precedenti (intenti ampiamente disattesi of course). Per me rimane evidente un cambio di rotta, potete rigirarla come vi pare, ma oggi i bloggers sono tutti “filopotere” rinunciando all’essere “contropotere” (cosa che in altri tempi definivi come obbligo “costitutivo” volendo fare giornalismo d’inchiesta). Niente da dire sul fatto che Siena aveva disperatamente bisogno di alternanza e perfettamente comprensibile la vostra discesa in campo, ma per dirla tutta mi sarebbe garbato un nuovo incontro il giorno successivo all’elezione del sindaco nel quale, dopo esservi complimentati con il vincitore, rimarcaste il vostro ruolo di rompicoglioni a 360 gradi. Non lo avete fatto e non facendolo avete fatto una scelta di campo (dopo e non prima delle elezioni, lo rimarco). Non basteranno 6 mesi per riconquistare un ruolo da controinformatori, oggi siete ciò che non siete mai stati, contigui a chi comanda. Spero soltanto che questa contiguità porti ad una gestione virtuosa della città, lo spero per voi e per me.

    • Eretico scrive:

      Caro A.B.,
      i sei mesi (iniziali) sono un periodo di assoluta normalità politologica (nonché di buonsenso), non c’è bisogno di essere scienziati della politica per capirlo; e – che tu ci creda o meno – al Sindaco De Mossi abbiamo rotto le palline più noi, di tutta quanta la stampa cartacea messa insieme, per dirne una. Riguardati qualche pezzo sulla composizione della Giunta, vai a leggere un tris di nomi contestati, con nome e cognome come ci piace fare.
      Amici e vicini a Luigi De Mossi? Certo che sì, e con piacere (mai detto/scritto/lasciato intendere il contrario): i servi – o, più delicatamente, gli embedded – li puoi tranquillamente cercare altrove. Non è assolutamente difficile, ed immagino che un lettore attento e giustamente critico come te lo sappia bene.
      Buona giornata e cociore, l’eretico

  9. GIGI scrive:

    il bagno in Fontegaia vale anche retroattivo?

  10. Paolo Panzieri scrive:

    Quando arriva questo caldo i cambiamenti climatici sembra quasi di toccarli con mano ed i negazionisti finalmente tacciono.
    Trenta gradi al polo nord, quaranta in Svezia …. pare un’ecatombe.
    Forse la pelle nera sarà veramente il prossimo passaggio evolutivo della nostra specie …. oppure ci estingueremo e torneranno i dinosauri, o comunque altri esseri a sangue freddo, più adatti di noi, chi lo sa.
    Altra opzione le città climatizzate sotto speciali cupole, uscite dalla penna visionaria di Isaac Asimov, abitate inevitabilmente da pochi eletti (ah la sostenibilità!) ed il resto (o forse meglio tutto il residuo) della restante, dolente umanità a vagare in un deserto tossico tipo Mad Max.
    Siamo proprio sicuri che sia solo fantascienza?
    L’uomo per sopravvivere e continuare ad evolversi dovrebbe fare il grande balzo: servono altri mondi perché questo ormai è compromesso, sfruttato e sovrappopolato.
    La mia generazione ci sperava.
    Dopo la luna nel 1969 sognava Marte e non solo ….
    Nel duemila …. si diceva …. vedrai!
    Invece nel 2018 siamo ancora qui a baloccarci coi telefonini, come l’equipaggio di Star Trek, ma senza astronave e teletrasporto.
    Scusate questi pensieri sparsi in assoluta libertà, frutto del “cociore” come dice Raffaele.

  11. GIORGIO-SENESE VERO MA NON IPOCRITA! scrive:

    Chi ha perso le elezioni, non deve per forza continuare a parlare, a fare le morali e a scrivere dalla mattina alla sera pur di mettersi in mostra….
    E poi, basta davvero con questi “social” da ragazzini, la politica è un altra cosa.
    Ma queste persone non possono andare a cercarsi un lavoro?

    Giorgio

    • Stefano scrive:

      Vero! Chi ha perso non deve parlare, né scrivere! Altrimenti qualcuno si rende conto di aver votato un fantoccio che in un mese non è stato capace di sostituire u assessore( soprassedendo i criteri di scelta…ah, li ha chiesti alla gente!)
      Finalmente la democrazia è finita!

    • Roberto scrive:

      Nel segno di Erdogan o Putin.

    • Nipotino di Padre Balducci scrive:

      Mi sembra di ricordare un certo cavaliere ( ora ex perché condannato) che in televisione, quando era al massimo, voleva che i partiti occupassero lo spazio in maniera proporzionale alla percentuale dei voti avuti. Ora che la percentuale è molto diminuita tale richiesta non è più valida…… ed infatti tutte le sere la signora onorevole del tunnel Ginevra – Gran Sasso ci dà lezioni su tutto il sapere italiota, neanche fosse la Treccani

  12. Dell’amministrazione Valentini si può dire senza timore di smentita che ha operato mercificando quanto c’era di pubblico, in un liberismo poco anglosassone, ma ben mirato.
    Per fare un esempio, i parcheggi non più gratuiti dopo le 20, l’obolo da pagare andando all’ospedale, l’affidare a Opera Laboratori (Fiorentini) tutta la gestione museale e anche la produzione culturale non squilla come una benemerenza avendo all’interno del comune tante professionalità e persone che un pochino invogliate e un pochino sburocratizzate, avrebbero decorosamente svolto la loro mansione con vigore… dietro l’angolo ci sarebbe potuto essere anche un decespugliatore.
    Dopo un mese dall’insediamento del nuovo sindaco, tecnicamente non c’è molto da dire, serve un po’ di tempo per capire dove mettere le mani e accendere il motore, anche se il poco tempo avuto ha rimediato le dimissioni a razzo di un’assessore e la non presenza di un’altro assessore a istruirsi per poi operare nell’istruzione senese.
    Segno lampantissimo che il sindaco ha le mani legate dalle decisioni dei partiti che lo hanno appoggiato e che ne dettano il riempimento delle caselle…. pratica non anormale che i pesi politici determinino scelte, politiche e nomine, ma suona strano per chi si è sempre ritenuto un civivo, poi dover giocare di rimessa a decisioni altrui.
    L’assessore alla sicurezza Michelotti che si incontra con il comandante dei parà della Folgore per parlare appunto di sicurezza sul territorio forse è un’altra mossa avventata perchè di sicurezza e di controllo del territorio si parla con le forze preposte:Carabinieri e Polizia e di concerto con loro e sotto la loro supervisione si possono dispiegare sul territorio reparti dell’esercito, ma non si è nell’emergenza dei Vespri Siciliani.
    Al nuovo sindaco e all’assessore Michelotti, una domanda che viene da lontano: ma dove sono i vigili urbani a Siena? La loro presenza sul territorio, sarebbe si determinante per scoraggiare inciviltà, maleducazione, piccoli reati e avere un controllo capillare della città.
    E i residenti, riescono a fare un saltino di qualità nel pensiero e nella diffidenza per chi vede solo la presenza dei vigili come stacca multe? Che la maleducazione deve essere anche premiata?

    • Stefano scrive:

      Nappe d’argento! No conosce chi è preposto all’ordine pubblico….ma forse vorrebbe i militari…in camicia nera!

      • Paolo Panzieri scrive:

        Ecco questa mi mancava: Francesco Michelotti e le camice nere. Si vede proprio che non lo hai mai conosciuto. La destra si è evoluta. Dovrebbe farlo anche la sinistra. Per il bene del paese.
        Mi pare di aver letto – tra l’altro – una intervista al Questore che spiegava come l’eventuale utilizzo dei paracadutisti della Folgore fosse già stato concordato con la precedente amministrazione.
        Per evitare a mia volta facili strumentalizzazioni mi firmo come il mio omonimo brigatista rosso. Panzieri libero.

        • Roberto scrive:

          Era per la difesa da possibili attacchi terroristici dopo i fatti di Barcellona, lo dice lo stesso prefetto. Ora dobbiamo schierare l’esercito per difenderci da quei poveracci che si trovano davanti ai supermercati a chiedere l’obolo?

          • Stefano scrive:

            Non sanno leggere, o capire quello che che leggono, però hanno le nappe!

          • Paolo Panzieri scrive:

            Questo è un altro paio di maniche: discutiamo il merito delle cose.
            E’ l’approccio ideologico che non va.
            Il gestore di questo blog l’ha chiamato: il fascismo dell’antifascismo.
            Penso anch’io che destinare i paracadutisti alla guardia dei supermercati sarebbe una idiozia ed uno spreco di risorse.
            Su altri tipi di impiego potrei anche essere d’accordo.
            Vediamo cosa ne viene fuori in concreto.

        • Roberto scrive:

          Destra evoluta? Chiedi un po’ a quelli di destra di rinnegare il ventennio e senti un po’ le risposte.

  13. il santo scrive:

    Azz mi sono scordato di dire al De Mossi di chiedere ai giornali di non intervistare più il Valentini!!!

  14. rocco scrive:

    scusa Eretico, ma dov’è la fonte ufficiale sulla nomina del nuovo primario di Ostetricia?

    • Eretico scrive:

      Caro Rocco,
      non ho neanche controllato se sia stato già pubblicato il nome del vincitore: ma stai tranquillo (anzi, sereno), che il nome è quello giusto…

      A Gigi, sulla retroattività dell’abluzione catartica in Fonte Gaja: visto come Valentini Bruno continua a pontificare, constatata la sua novella attitudine per le lettere anonime (che poteva/doveva portare in Procura, ma lo poteva fare senza farsi intervistare durante il Consiglio comunale), in caso di condanna ci potrebbe anche stare, chi lo può sapere…

      L’eretico

      • rocco scrive:

        però scusa. Il Concorso non è stato ancora fatto. E tu hai dato la notizia per fatta e certa. Fare una previsione, va anche bene, ma con il periodo dell’incertezza. Qui mi sembra che hai un filo esagerato. Se anche vincesse quel nome, ne avrebbe i titoli. Ma se hai certezza che esca quel nome, a dispetto di un concorso, allora invece di scriverlo sul blog dovresti andare in procura. Altrimenti si predica bene e si razzola male.

        • Eretico scrive:

          Caro Rocco,
          a me risulta che il concorso sia stato già fatto, già chiuso, eccome: ovviamente il professor Zupi era il meglio sulla piazza, si capisce. Tutto qui.

          L’eretico

  15. manunta scrive:

    Sfaccia il potere sol popolo fatto
    governo bono non si puo’ nventarlo
    se sol di rabbia deste voi di matto
    se astio solo vi rose come tarlo
    se i topi non li chiappa i novo gatto
    e poi pd doveste ristamparlo
    sarebbe segno di poco assai giudizio
    vana sienin ha sempre stesso vizio?

    so’ onesto quarcosa l ho presa all Alfieri, vediamo se quarcuno riconosce quali strofe e di che sonetto .

  16. manunta scrive:

    ab
    se giro a trecensessanta gradi fassi
    ritorni di n do se’ partito
    gradi ne bastan meno p’ e’ mbriacassi
    vin novo lascia chi beve stordito
    e se poi provi a torna’ su tu passi
    capita di trovassi poi smarrito
    comunque prima di tiragli i sassi
    ai novi date i tempo d applicassi

  17. alberto bruttini detto Cacaccia scrive:

    Manunta Ass. alla cultura.

    Lo dimostra tutte le volte che scrive

  18. anonimo scrive:

    Speriamo sia vero che arriva in ostetricia un direttore ! Sai quanto tempo è passato da quando scrivesti che sarebbe stato il Professor Zupi ? pensa a quanto
    vuoto c’è stato da allora ! Il Magnifico Rettore farebbe bene ha impegnarsi per ricoprire quel posto , esclusivamente con lo scopo di cercare la competenza necessaria per far fronte alle problematiche assistenziali e di progettazione sanitaria.

  19. Stefano scrive:

    Sempre peggio a livello nazionale( fontana di acqua sporca) e a livello cittadino. Aspettiamo sei mesi( dopo le 48h) e se poi ci rendiamo tutti conto che questi sono degli incapaci, incompetenti e inadempienti come hanno fatto finora che si fa? Ci si tura occhi, naso orecchi e bocca e si fa finta di niente come i comunisti?

  20. Daria gentili scrive:

    caro Stefano,
    farai come si fa in democrazia, aspettando il prossimo turno!
    Non si è fatto nulla quando e stato messo un ragioniere dell’asl a sedere sopra una montagna di miliardi, un avvocato a dirigere una Banca a fare ( lo ha ammesso) quello che non era il suo mestiere, un sindaco ( lo ha ammesso) a prendere ordini dai politici Romani, un sindaco con un buon seguito di avvisi di garanzia……e ti preoccupi, così tanto, adesso.

    • Stefano scrive:

      Gentile Daria,
      Mi preoccupo perché questo carrozzone temo sia pieno di incompetenti che non giovano alla nostra, che ci sono nato, città, ma che x loro inettitudine e interessi economici o partitico personali possano trascinarci nell’abisso .
      Ok 6 mesi. Poi, spero, vi accorgerete chi abbiamo messo a palazzo.
      La mia domanda era rivolta a voi passionali del cambiamento…cosa farete quando vi renderete conto di chi siede sulla poltrona di sindaco? ?

      • Daria gentili scrive:

        Bravo, io sono un accanita sostenitrice dell alternanza e del cambiamento. Però ho la libertà morale di non avere il paraocchi.
        Per cui ho fiducia nel nuovo Sindaco, ma giudico, e se alla fine del giro non mi ha convinto…..cambio!
        Molto semplice

  21. Un chiocciolino scrive:

    Che la partenza di DE Mossi non sia stata esaltante (a parte un Palio non gestito male, lo dico da senese, non da chiocciolino) è ormai assodato: il caso Cardin, ancora non risolto. Il Tacconi Capo di Gabinetto (gente fresca e di primo pelo, come no?). Però ritengo che i sei mesi si debbano concedere a tutti, specie partendo d’estate e soprattutto con una macchina amministrativa, quella comunale, creata a sua immagine e somiglianza dal Pci, Pds e via discorrendo.
    I fascisti tanto paventati non hanno fatto nessuna marcia sul Comune, per i risultati vediamo a tempo debito. Certamente delle nomine di rottura ci vorrebbero (mi perdoni l’Eretico: lui sarebbe il primo a dovere essere nominato Assessore alla Cultura, quantomeno in quell’ambito le cose cambierebbero, senza quell’astioso settarismo che comanda in città dal 1945). Vediamo, in modo molto smagato.

  22. Giacomo rossi scrive:

    Il Valentini ha fatto scuola: in un mese solo tante foto…strette di mano, passeggiate, in moto ad HD..ma il decoro peggiora.
    Ogni angolo di strada è infestato da deiezioni canine, ma forse non se ne accorgono x similarità!
    Forse staranno pensando a delle ronde?

    • C’ anche tanta spazzatura per le strade, con sacchetti, cartoni ecc. depositata sulle strade del centro storico, (un forno a microonde in Piazza del Duomo qualche settimana fa ce l’ho visto e fatto rimuovere io) oltre alle cacate e pisciate dei cani, che la mattina i negozianti lavorano parecchio di varichina per disinfettare usci, porte, lastre e saracinesche prima di aprire il negozio…
      Ma abbiamo per una volta il coraggio di guardarci nelle palle degli occhi e siamo realisti: è colpa di Valentini prima o De Mossi ora se accade questo?
      E’ colpa della manovalanza che non pulisce o di qualche maleducato che fuori dal suo uscio di casa si comporta come un incivile?
      Getta spazzatura per strada a tutte le ore o non raccoglie i compitini del cane!!! Quanti polemisti di fronte a un po’ di azoto lasciato su lastra lo fanno notare al padrone? Basta poco, servono solo piccolli gesti d’amore…. e rendere dura la vita agli incivili.

      • Veritas scrive:

        L’ultimo imbecille,oltretutto arrivato sulle lastra col postale,che mi fece pisciare il cane a 50 cm dal portone ha preso una pedata.
        Non il cane,eh..il padrone!

  23. manunta scrive:

    Quanto all assesore alla cultura , se un fosse stagionato ……..
    Gianlorenzo Pacini ,e qui cari mia chi un lo conosce sprofondi sottoterra.
    L’ e’ n pensione ,88 anni cbissa………
    Certe bestie vaccine , di razza pdota russofobici, bene farebban a
    leggere del loro paesano c onore ha fatto alla citta’ e curtura gni sorte
    persin da’ bulbi piliferi da quanta n ha n corpo, traduzioni e altro.
    Io a certi bovi muglianti che seguon i deliri russofobici, segnalo pur certo dell inutilita’ di cio’
    G.lorenzo Pacini
    Fedor Dostoevskij , Lettere sulla creativita.
    Snello 170 pagine, economico 7 euri, illuminante su’ uno de’
    pilastri della curtura europea, e sull animo e natura del popolo russo, epistole vergate for da denti.
    Raccolte e tradotte dal Pacini , che se un gl aveste dato ancora il mangia
    io un so’ che titoli darvi , o meglio saprebbilo .
    Il mangia a Pacini subito e a corsa , e l offerta dell assessorato , De Mossi , veda di smovissi .
    Basta cazzeggi in moto .

  24. Stefano scrive:

    Magenta, il penoso sarai te, è anche povero di spirito.
    Vedi quello che ti pare e ti manca quell’onesta’ intellettuale x riconoscere quanto siano piccini questi NUOVI amministratori.
    Facci una rima sui loro difetti politici.

    • manunta scrive:

      Vedi cittino gnorante e manipolato, can di pavlov coll abbaione
      automatico, tu non sei capace di sviluppare ne pensiero ne critica sul
      reale, essendo entrati in carica da poche settimane io aspetto di veder
      cosa fanno, te invece manicheo benemalista, ammalato d ideologia
      hai gia cominciato a sciorinare il tuo corredo di prevenzione
      poro doddolone , stai all ombra e fatti una granita.
      poi le rime leggile tutte, due ottave non eran certo di encomio
      al cambiamento ma di messa in guardia , che cambiare per rabbia senza progetto serve a poco, mate poro sciabordito nemmeno c hai fatto caso
      va ia va ia , pinchellone rosso.

  25. Stefano scrive:

    Sennò fai come quei blogger che si sono affiancati per far votare un burattino e ora stanno zitti zitti, forse consci di aver , è fatto intraprendere, una strada sbagliata

    • Eretico scrive:

      Caro Stefano,
      anche se oggi è domenica e sono a giro, una breve rispostina è dovuta: il termine “burattino” riferito al Sindaco (termine peraltro diffamatorio) mi pare eccessivo; in ogni caso, se uno è burattino, bisogna dire/scrivere di chi: attendiamo nomi e cognomi (non si dica genericamente la Lega, con cui c’è un’alleanza elettorale, piaccia o meno allo scrivente).
      E ancora una volta, temendo non potrà essere l’ultima: guardati i pezzi di questo blog (e degli altri) nel mese di luglio, e vedrai quanto siamo stati “zitti zitti”, come bloggers.

      Buona (laicissima, financo paganeggiante) domenica, l’eretico

      • Stefano scrive:

        Ospitale e GENTILE eretico
        1.il termine burattino non vuole essere offensivo né denigratorio, ma foriero di una evidenza comportamentele che ormai è indiscutibile.un autorevole primo cittadino avrebbe dovuto filtrare le indicazioni( imposte) dalle eminente grigie e circa le nomine degli assessori, proprio lui che delle nomine ha fatto battaglia. Poi avrebbe dovuto sostituire, in un arco di tempo ragionevole, la pedina mancante( e se fosse onesto intellettualmente anche quelle poco concrete…)E non lasciare le delibere di giunta vacanti pe Bixio di forma( quote rosa e n legale)
        2. Ho volutamente scritto “quei” e non QUESTI in quanto Ti riconosco un’opera di divulgazione, x me non del tutto sufficiente…6–, ma concreta.
        Quei era riferito a chi ora sta zitto, fugge, non come te, dal confronto e da quelle critiche che non ha risparmiato a chi doveva amministrare.
        3. Non è , sia chiaro, una difesa a Valentini che di errori né ha fatti a iosa. È la difesa all’onesta’intellettuale che manca in questo tempo, trasformando la politica, è le ideologie, in tifo calcistico , senza riflessione né autocritica
        Buona domenica, laica, anche a te

        • manunta scrive:

          Eccolo il fenomeno che nemmen sa’ maneggiar grammatica
          e pretende di parlar a suocera perche’ nuora intenda.
          Va vai seguita , piu’posti e piu’a chi legge,sale automatico l onco
          per la bacata prevenzione ,che cerca di ammantarsi di onesta’ e logica
          non pervenute, giacche mancanti.
          Ma poi si scade nei film di Toto’ quando cerchi di maneggiare cio’ che con un maldestro tentativo di metafora manzoniana , definisti latinorum.
          Bixio di forma, e con la maiuscola?ma te mescoli il risorgimento e la giunta di siena?
          eminente grigie? t e z lontane son nella tastiera
          Ecco a voi il dotto Stefano ,aedo e apologeta della sinistra cultura senese
          che trasse i contadini a nova vita e emendolli dall ignoranza,come ei ebbe a scrivere con notevole sprezzo del ridicolo.
          Sinistrorsi senesi= banda di pomposi ignoranti presuntuosi prevenuti nullavalenti,gia’ uno lo battezzai ,eccone un altro.
          poro cittone ,stai all ombra
          granita di menta .
          E te lo ripeto studia, studia,almeno la grammatica.
          Ti fai ridicolizzare da un facchino /contadino/tagliamacchie terzamediuto
          eccoli i presunti intellettuali e maestri del pensiero pdinsinistro
          E dueee!! avanti un altro.
          Sparirete diverrete roba da c.i.t.e.s. o da wwf, vi dovranno impagliare ,lavoro da tassodermisti , affinche’ rimanga traccia fenotipica della vostra specie, specie comunque nociva e parassita.
          I pdini sono i cuculi della politica , e solo le genti scervellate si fan mettere
          nel nido del cranio l uovo bacato della vostra ideologia liberomercatista
          cosmopolita. Poi lo covano credendo che ne possa nascere qualcosa che
          somigli a gramsci ,ma l ovo si schiude e appaiono le boldrini i renzi i rossi, mentre cuculosoros canta cucu’ .

          • Stefano scrive:

            È buffo, caro manonta,
            Che tu offenda, dileggi, è sfotta, tipico di chi ha pochi contenuti e poca capacità di controbatterli, nascondendosi dietro somme rime bucate.
            Preoccupati delle forma, sformata, ma la luna non la vedi se ti nascondi addietro un dito( quale?)!
            La domanda che rivolgo a te, ai bloggers( tutti) e ai peones…siete pronti a fare pubblica , è trasparente, ammenda( come non hanno fatto, ancora, i sinistrosi) se le cose andassero male o peggio?
            Non importa un bagno in fonte, basta una presenza in piazza, ma senza maschera!

  26. Silvia Tozzi scrive:

    Manunta, per favore, non confondiamo le cose. Amare la cultura russa e Dostoevkij non può voler dire essere “russofobici”in quanto contrari al sistema putiniano! Pensi a Svetlana Aleksievic e ai suoi romanzi-reportage sulla Russia di oggi, dove “è l’ethos imperiale che ha vinto”(come ha detto lei stessa in una intervista a Wlodek Goldkorn).

  27. manunta scrive:

    Silvina non ti parlare allo specchio, leggi bene se uno (io) invita i russofobici a leggere un libro per emendarsi da tale attitudine.
    Come fai a capire il contrario?
    Poi cara codesta svetlana ….. roba troppo recente e otretutto il presente
    si puo cercare d intenderlo da soli, il passato no.
    Non butto tempo a sentire l idee d’altri sul presente, su quello cerco di farmi le mie d idee.
    Sicche cociore? granita e stare all ombra in caso.

    • manunta scrive:

      Sivia amore mi tocca aggiungere:
      Ma te un pensiero tuo , una frase,nulla ?
      Sempre ci si deve nascondere dietro l ipse dixit, magari meglio
      se viene da un libro di successo del quale citare autore e intervistatore
      pari pari?
      Va be’ che se’ donna ma solo sai “sposare” altrui visioni?
      Sull attuale ,si hanno i mezzi per sviluppare le proprie di idee,
      troppa fatica? o la corteccia prefrontale l hai dismessa?
      Se e quando vorrai parlare della russia moderna e di putin ,a disposizione
      Vedi qui gia’ un povero sfortunato della muta dei can di pavlov
      ha con un commento di quattro parole satanificato putin
      era a povero meschino che i particolare consigliavo la lettura.

  28. Massimiliano scrive:

    Signor Stefano dove era Lei quando si faceva strame di questa Citta, depauperandola di diversi miliardi di euro, con la crisi di MPS e Fondazione, il libero pensiero soffocato e in molti, zitti zitti, dietro al pensiero comune? Dove era Lei, in quegli anni bui, ora che,invece, pare essere cosi’attento alla criticaa dopo un mese dal cambio di Amministrazione?

    • Stefano scrive:

      Ero a sbandierare la crisi, inascoltato. Lei caro Massimiliano c’era? O si è svegliato qualche giorno prima delle elezioni?
      Quello che mi fa rabbia è essere oggi in mano a gente peggiore, incapace, ignorante e presuntuosa, con il fondato dubbio che sia manipolata dall’esterno ( o dallinterno)!
      Tutti mi date del comunista, che non sono, solo perché è più semplice che riflettere sullo spessore morale e politico di questa giunta( zoppa) e di un consiglio di persone , democraticamente votate, ma che non hanno( tranne poche eccezioni) idea di dove siano e di cosa debbano fare. E i fatti lo dimostrano. Poi ok, aspettiamo 6 mesi. E dopo 7, 8, 9 che dovremo fare?
      Io mi auguro che inizino a lavorare e lo facciano meglio possibile, perlomeno meglio della passata amministrazione. Non sono un tifoso, io, né un poeta. Ma un cittadino che ha a cuore il futuro della città e dei suoi giovani.

      • Paolo Panzieri scrive:

        Caro Stefano,
        questa storia del comunista e del fascista nel 2018 vedi che deve proprio finire.
        L’unico senso che ha è tentare di delegittimare l’avversario per cercare di non farlo parlare. Roba vecchia.
        Di solito oggi si ottiene l’effetto contrario ….
        Di certo non so dove “sbandieravi la crisi” prima delle elezioni, sappiamo però che dopo qualche giorno qui hai emesso sentenze apodittiche ed inappellabili a go go.
        Se davvero, però, ti interessa il bene comune ed il futuro della città scrivi di cose concrete e lascia stare gli slogan e le ideologie del secolo scorso.
        Non valgono più un bottone.

      • manunta scrive:

        Ma senti……. a me pareva che i core tull avessi intriso di paure immaginarie e prevenzioni, e che nzuppato in quelle ai giovani tu gli possa essere dimorto poco utile.
        Utile forse a fagli’ veni’ la depressione.
        Sul busse degli schieramenti politici caro bello, il cittadino(come ti sei appellato) sale e scende a seconda di dove quel bus si sia avviato.
        Solo i bischeri s affezionano al partito come alla squadra di calcio.
        il busse della sinistra ha fatto ormai intendere anche ai piu sodi(tranne
        eccezioni tipo te) dove abbia portato finora la citta’
        La maggioranza ha scelto di scendere, rassegnati, si chiama democrazia.
        Ps di comunista un te l ha dato nessuno, exusatio non petita… accusatio
        manifesta.
        belone paranoico depresso .
        sei come i ciuchi ti ci vol la musera
        sei un che vede nero prima che faccia sera
        e come ciuco e sorbe ti ci vol la paglia
        li la sorba matura e i ciuco stabula e raglia

        70 anni di sinistra ,e poi dopo 7’settimane scarse stai a ragionare di deus ex machina e burattini? insinui e poi a richiesta ringambi e ti scusi?
        Vieni ,dai caccia fori i nomi dei burattinai .
        O senno’
        vai a fatti un bel bagno n merse.
        ti diacci i capo , ti passano le cheche
        ti fai ragion dell elezioni perse
        e dopo posi certe visioni bieche
        dopo che prevenzioni avrai deterse
        e acqua ti cavi dalle persone ceche
        con l occhi tappati dall ideologia
        la peggio bestia c al mondo ci sia

      • Roberto scrive:

        Caro Stefano, se osi criticare gli attuali personaggi al potere, tutti a chiederti dove eri quando quegli altri facevano il sacco di Siena. Ma io mi chiedo a maggior ragione dove stavano Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, oggi strenui sostenitori di De Mossi ? Erano al governo nazionale, e quelli di Siena muti, se non plaudenti alla grande aggregazione (ricordo male?), forse perché di carne attaccata all’osso c’è ne stava anche per loro? ( a chi andò la presidenza di Antonveneta? Qualcuno me lo sa ricordare?)

  29. manunta scrive:

    A quel povero meschino ,, correggo

  30. Massimiliano scrive:

    Bene, mi fa piacere. Dunque ha ben chiara la crisi di collasso a cui la citta’ e’stata sottoposto da un sistema corrosivo delle antiche virtu’cittadine. Mi stupisce che adesso non sappia dare un giudizio equilibrato su una Giunta che deve ancora, di fatto, iniziare a lavorare…bene, in ogni caso saperla a ‘sbandierare’ la crisi cittadina (immagino voglia dire raccontare, renderla evidente, addossandone le giuste responsabilita a chi ha permesso tutto cio’ e ha contribuito al disastro). Visto che c’era ci saremo senz’altro incontrati…visto le numerose iniziative pubbliche a cui ho partecipato e contribuito ad organizzare. Bene la critica, ma su questioni di governo concrete. Se certi indirizzi saranno criticabili, saro’tra i primi a farlo ( come sempre). Per adesso mi pare prematuro e demagogico ( sopratutto alla luce di 20 anni di malgoverno cittadino).

  31. Stefano scrive:

    Sbaglio apppposta, gazzilloro!

    • manunta scrive:

      il gazzilloro mangia cellulosa
      altro mangia lo zonzo merdaiolo
      mangia e poi la spinge senza posa
      palla di merda ruzzola da solo
      eccoti ben descritto tu e che cosa
      mangi maneggi e chiappi ben al volo
      te un povero scarabeo stercorario
      io un maggiolino che ne tiene il diario

      ti fo’ morbido come la sugna , seguita seguita

      • Giacomo rossi scrive:

        Complimenti x la raffinatezza della forma, un po’ meno del pensiero.
        Ma ti rispetto in entrambi.
        Mi scuso x il gazzilloro, non voleva offendere, ma scherzare.
        Se ricapitera’ di conversare, cercherò di avvicinarmi al tuo livello.
        Saluti

  32. Stefano scrive:

    Ora sono curioso di leggere i commenti sulle sanzioni….probabilmente i filmati a Firenze non ci sono arrivati, ma le telefonate si!
    Pensavo che con amministrazioni di sx avessimo raggiunto il massimo in fatto di comportamenti massonico-mafiosi, ma ora….

    • Marco scrive:

      esimio Stefano mi fai tanta pena. La mancata elezione del valentini ti ha fatto venir meno qualcosa? FATTENE UNA RAGIONE per i prossimi 5 anni a abbaia quando sarà il momento.

  33. Silvia Tozzi scrive:

    A Manunta che mi chiede: “Va be’ che se’ donna ma solo sai ‘sposare’ altrui visioni?” rispondo che nei miei limiti cerco di evitare le visioni preconfezionate, preferisco raccogliere e confrontare informazioni che mi facciano riflettere. Per esempio, mi preoccupa molto la dilagante ammirazione per l’uomo forte Putin. Se prima c’era stata indulgenza verso i crimini del regime sovietico, per ideologia o realismo politico, ora tutto sembra dimenticato -dal sottosuolo di Dostoevkij, ai gulag, alla repressione dei movimenti democratici nei paesi satelliti- di fronte a un regime che ristabilisce la gloriosa continuità della storia russa, dagli zar al mito di Stalin. Mi interessano le voci che escono dal coro e parlano della vita delle persone, di cosa significa per la gente la messa in opera di una vera e propria revisione della storia. Mi dispiace che ci sia indifferenza per tutto questo, perché finiamo anche noi per dimenticare principi essenziali dell’esperienza europea. Tempo fa una russa che vive a nella enclave di Kaliningrad (ex Prussia orientale) mi disse (in tedesco perché io non so il russo) che Putin aveva avuto l’importante funzione di salvare la Federazione dell’anarchia, e che al momento opportuno la democrazia sarà realizzata dall’alto… Ma sarebbe un peccato dover accettare l’idea che la democratura in fondo va bene anche a noi!

  34. Silvia Tozzi scrive:

    Correggo: “dalle Memorie da una Casa di Morti di Dostoevskij”

    • manunta scrive:

      Cara silvia , nessuna valutazione assoluta puo’ essere valida.
      Le valutazioni si fanno in base a cio’ che c era prima ,prima di putin
      c era un alcolizzato guitto che aveva svenduto a prezzo di liquidazione
      le immense risorse naturali russe, e un gruppo di malfattori che ne aveva fatto incetta, per poi usare i capitali ottenuti cio’ facendo ,per tentare
      di influenzare la scena politica russa.Sarebbero forse loro i democratici?
      Le guerre ,cara silvia putin le ha in gran parte ereditate da tale demente
      filococcidentale(eltsin) lo hai dimenticato?
      L ucraina ,la consideri un paese satellite? in caso ti ricordo che li a rovesciare un governo che era stato democraticamente eletto, e’ stato un movimento armato filonazista nato/soros sponsorizzato.
      oppure tu i filo bandera li consideri un movimento democratico?
      Confermi la tua confusione ? logica non pervenuta ,ritenta.
      ps. non importa che mi spieghi dove si trova konisberg .
      Lascia perdere la storia ,poco la conosci e molto la mescoli con la letteratura, ottenendone un cocktail che non giova alla lucidita’ di giudizio .
      Sei laureata? sospetto di si, si vede……purtroppo…. per te.
      Stile inconfondibile.

  35. A.B. scrive:

    A proposito di superscoop sanitario:
    Caro Eretico, sapendoti in vacanza non vorrei disturbarti troppo, ma avendoci anticipato l’arrivo del nuovo professore ordinario di ginecologia, vorrei un tuo parere sulla vincitrice ormai ufficiale del concorso per il direttore della cardiologia alle Scotte. Io dico la mia: è arrivata una donna (benissimo), con un buon curriculum (bene), da Careggi (Mah?? Viottolo ormai intasato, ma tanto ormai da fuori regione non vengono più neanche i reietti e per far vincere un interno bisogna ricorrere al “lato oscuro della forza”). Quello che proprio non mi torna sono due cose, la prima è che ormai a Siena arrivino professionisti di Firenze che non hanno precedenti esperienze di primariato (non meriterebbe un Ospedale importante come le Scotte il reclutamento di chi ha già esercitato il ruolo con profitto e sicuri risultati in sedi “meno importanti” oppure il nostro policlinico è diventato una sede minore nella quale farsi “le ossa”?), la seconda è che la dottoressa vincitrice sia ampiamente ultra sessantenne (quale visione strategica del futuro della cardiologia senese può essere messa in atto con un contratto quinquennale da un medico che forse non terminerà in servizio neanche la durata dell’incarico?).
    Mi sono dilungato sull’argomento, ma mi piacerebbe che il nostro nuovo sindaco o l’assessore delegato si esprimessero oltre che sui provvedimenti disciplinari palieschi anche su argomenti così importanti per il futuro di uno dei residui pilastri della nostra fragile economia cittadina.

  36. manunta scrive:

    Aggiungo, mai stata in russia? io si e per lavoro.
    2004 inizio degli anni di putin, per portatre ed installare
    nel museo puskin ,(quello che conserva l oro di troia e il tesoro di agamennone),una mostra di reperti etruschi ,dall archeologico di
    Firenze, uno dei nostri interpreti era marito di una delle speech writer di putin.
    Ps nella sala d ingresso del Puskin ,riproduzione in bronzo del perseo, e calco in gesso del Davide.
    Pps vedi cara nei e dai romanzi non e’ detto che tutti capiscano o estrapolino gnoseologia,o ermeneutica dell autore, i romanzi son cosa
    pubblica , nei romanzi l autore ricorre sempre ad artifizzi letterari,
    allunga il brodo ,titilla il palato del lettore.
    Nelle epistole private ,specialmente quelle a parenti ed amici, si mette a nudo ,parla fuori dai denti, condensa e sintetizza , narra gli eventi reali
    e storici che vede senza orpellinarrativi,
    ad esempio ,nella raccolta del tuo paesano Pacini “lettere sulla creativita” di Feodor , ci sono le cronache dei primi congressi socialisti
    in francia e svizzera, e giudizi secchi sulle differenze tra ,cu!tura russa, e cultura fran

  37. manunta scrive:

    Il solito tablet da povero.
    Dicevo: tra cultura russa e cultura franco/tedesca, e tra forma mentis
    e spiritualita’ ,russa, e galloteutonica.
    Capisco che evidentemente hai maggior inclinazione a vagare nelle procelle
    romanzesco letterarie, ma, occhio al timone, e sappi ove vuoi andare.
    saluti dal solito culturpopolarizzante terzamediuto.

  38. Silvia Tozzi scrive:

    Nei suoi diari, nelle sue lettere Dostoevkij chiariva a se stesso e agli altri, in modo grandioso, l’incontro-scontro di mentalità e cultura tra Oriente e Occidente, con le patologie e i meriti di entrambi i mondi. Non c’erano ancora gli steccati che sarebbero venuti dopo. E’ meraviglioso che, nel rimpiangere la morte di George Sand, potesse scrivere “noialtri Russi abbiamo almeno due patrie, la Russia e…l’Europa”. Tanti anni dopo,all’epoca di Gorbaciov era sembrato di nuovo possibile riaprire porte e finestre, nonostante i muri che bloccavano la comunicazione tra i popoli. Ma poi c’è stato il disastro Eltsin, ecc. ecc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.